Una Mini-Guida a Come Evitare di Consolarsi Mettendo Su Peso

Rate this post

Vi e’ mai capitato di mangiare qualcosa semplicemente perche’ si e’ un po’ depressi, arrabbiati o tristi? Se si, benvenuti nel club. Gli psicologi ritengono che il cibo sia una risorsa primaria di conforto per molte persone. Dopotutto, un morbido seno che fornisce il latte materno e’ stato, per la maggior parte di noi, il primo conforto che abbiamo ricevuto dopo essere arrivati in questo mondo.

Crescendo, siamo stati viziati da nonni prodighi di caramelle e dolcetti, tranquillizzati con un gelato dopo uno spavento e premiati con un leccalecca per non piangere durante il taglio di capelli. Non c’e’ troppo da meravigliarsi quindi se ora ci rivolgiamo ad un frappe’ al latte o ad una fetta di torta quando siamo spaventati, dopo che il boss ci ha fatto una lavata di testa o il nostro partner ci dice qualcosa che ferisce i nostri sentimenti.

Quali sono le cose che ci spingono a cercare conforto? Di seguito riportiamo alcune cause comuni scatenanti, cosi’ come anche suggerimenti per affrontarle cosi’ che non siamo costretti a razziare il frigorifero al primo segno di una crisi emotiva.

STRESS
Vi sentite sotto stress? Impugnate una racchetta da tennis invece di una scatola di biscotti. Andate fuori e colpite la palla: sudate fino a quando siete troppo stanchi per abbuffarvi su qualsiasi cosa. Praticate nuoto o kick-boxing. Iscrivetevi ad una palestra e colpite il sacco. Poi spendete del tempo pensando positivamente su cosa potete fare per affrontare il problema che vi provoca stress. In questo modo, evitate di creare l’ulteriore problema di sentirvi in colpa per aver ceduto e disatteso il vostro programma dietetico.

NOIA
Tenetevi impegnati ed occupati. Praticate un hobby, imparate un’arte, iscrivetevi ad un club, fatevi dei nuovi amici. Tenete le mani sempre impegnate in modo che esse non afferrino il cibo piu’ vicino.

DOLORE
E’ una reazione comune quella di alleviare una ferita fisica o emozionale con un sapore piacevole. Discutete dei vostri dolori con un dottore o con un amico fidato o con uno specialista se la ferita e’ emozionale. Prendete controllo della situazione prima che la situazioni controlli voi.

DELUSIONE
Avete veramente cercato di mangiare con attenzione ma il pesapersona dice che avete messo su peso invece di perderlo. Avete perso un lavoro, siete stati lasciati, avete perso una competizione. Invece di aggrapparvi al barattolo di nutella, fate un respiro profondo, bevete un lungo bicchiere d’acqua e godetevi una lunga passeggiata nell’aria fresca.

FELICITA’
Sorprendentemente, sentirsi felici e contenti puo’ qualche volta portare a mangiare in eccesso. E’ la mentalita’ del premiarsi: la vita e’ bella quindi lo merito. Fate attenzione anche alle vacanze, quando finalmente ci rilassiamo. Solo perche’ vi trovate in quel famoso villaggio turistico in quel posto da favola non significa che e’ una buona idea strafare con le fritture o i gelati. Pensate ad altri premi per celebrare i bei momenti. Andate a fare shopping di vestiti se ne avete bisogno di nuovi altrimenti puntate sugli accessori . Pensate ad un profumo piuttosto che alle patatine, ad un massaggio invece che a un gelato, a biglietti per il cinema o teatro invece che al cioccolato.

Identificare un problema rappresenta il 90% della soluzione. Ricorrere al cibo per consolarsi puo’ diventare il vostro piu’ grande alleato se identificate quali sono gli alimenti che vi danno conforto e perche’ vi rivolgete ad essi. Una volta che realizzate che state mangiando quel particolare alimento per consolarvi da quella particolare situazione, trovate delle alternative, soprattutto se mangiare quell’alimento per quel motivo sta diventando un’abitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *